IN QUESTO MONDO DI BANCHE

Tutto quanto fa spettacolo !!!

Chiunque ha dotato gli esseri umani del libero arbitrio, ha sicuramente un gran senso dell’umorismo. Immaginando che il mondo sia una specie di enorme casa del grande fratello, chi ci sta osservando si sta facendo delle sonore risate. Se esiste un network televisivo intergalattico, il canale Terra non ha sicuramente rivali per ascolti. Ma noi, almeno la maggioranza di noi che in questa scatola ci vivono, da ridere hanno ben poco.

Ieri mattina il governo e le autorità di controllo britanniche si sono improvvisamente svegliate come Alice nel paese delle meraviglie per apprendere che il paese è  in recessione, (della serie… ma dove hanno vissuto negli ultimi 4 anni ?), che le maggiori banche inglesi sono accusate di aver manipolato l’indice Libor e Euribor e che le stesse hanno venduto prodotti finanziari truffaldini ai clienti “small business”. Tradotto in parole povere significa che le principali banche del paese si mettevano d’accordo per taroccare i tassi d’interesse e per truffare i piccoli imprenditori. E siccome vige il detto, più siamo e meglio stiamo, ed  il mondo è diventato piccolo, hanno allargato il giro a banche canadesi e giapponesi.

I registi intergalattici del “grande fratello Terra” hanno superato se stessi facendo interpretare ai funzionari di banca inglesi la non più solo italica filosofia del “tengo famiglia”, visto che tutti  sapevano di vendere prodotti finanziari truffaldini, spacciandoli come protezione agli alti e bassi dei tassi d’interessi,  ai clienti titolari di piccole imprese e attività economiche, che come il marito tradito, è sempre il solo a non sapere.

Visto che nessuno è saltato fuori gridando ” niente paura siete su scherzi a parte” siamo di fronte a una “cultura del cinismo e dell’avidità abbastanza scioccante”, non esattamente una scoperta degli ultimi giorni, ma non bisogna dimenticare che si tratta di persone e di autorità che per anni hanno ignorato quello che vedevano e  dovevano denunciare.

Ci sono questioni culturali molto rilevanti che devono essere affrontate, ci sono cose che devono essere sistemate senza ulteriore indugio come la separazione tra banche e finanziarie, che dovrebbe essere la regola, ma che qualche anno fa è caduta su impulso statunitense, facendo di banche e finanziarie istituzioni che agiscono di concerto senza che una vera concorrenza possa influenzare e correggere in alcun modo gli eccessi e creando un centro di potere che sfugge ai controlli e agli indirizzi di autorità e banche centrali.

Ma quanto bisogna essere ottimisti per credere che queste cose in futuro non accadranno più ? Quante truffe prima di questa ci hanno fatto credere che non si sarebbe mai potuto andare oltre ? Come dire, se ti stanno per fucilare ed il capo plotone ha gia impartito i comandi “mirare” e “puntare”, quanto devi essere ottimista per credere che il comando “fuoco” non arriverà mai ? Siamo ormai di fronte ad una conclamata Disonestà elevata a sistema, perché il sistematico truccare i conti e le comunicazioni al pubblico non può essere scambiato per un incidente o per una svista, e non si tratta più di casi sporadici o di qualche mela marcia.

Per aggiungere insulti a lesioni gravi gli autori di questa truffa su Libor ed Euribor che ha prodotto miliardi di dollari di danni in giro per il pianeta, subiranno sansioni economiche ridicole che saranno comunque pagate con i soldi dei contribuenti inglesi, versati dallo stato alle loro banche per salvarle nel 2008.

La manipolazione del tasso d’interesse serviva alle banche per due motivi: da un lato dava ai mercati la percezione di godere di ampia fiducia, fugando dubbi sulla propria solidità; dall’altro aiutava i traders a pilotare i contratti derivati (I famigerati CDS) verso il maggior profitto. A prescindere dai provvedimenti che colpiranno i maggiori colpevoli, pare evidente che la finanza britannica appaia a tutti disonesta e inaffidabile ( come quella del resto del mondo), il che rappresenta un vero problema per il governo inglese, che aveva appena aperto una linea di credito da 80 miliardi di sterline, destinata alle banche per  finanziare proprio quello “small business” che secondo le ultime notizie invece sono abitualmente dedite a truffare. Che altro può essere tutto questo se non un fantastico reality show ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...